home Tecnologia Robot: nel futuro saranno impiegati nelle assunzioni del personale aziendale?
intelligenza artificiale
0

Robot: nel futuro saranno impiegati nelle assunzioni del personale aziendale?

L’impatto della tecnologia e dell’Intelligenza Artificiale nelle attività lavorative sta diventando sempre più importante e fondamentale, soprattutto quando parliamo della scelta dei candidati idonei da inserire nelle aziende. Che futuro ci attende?

Da una recente analisi, effettuata dall’Associazione dei Direttori del Personale è emerso che la maggior parte dei Responsabili HR utilizza l’AI per identificare i candidati maggiormente idonei da poter inserire all’interno del quadro aziendale. L’aspetto chiave che viene messo in evidenza da questa ricerca è proprio quello che riguarda l’uso di sistemi digitalizzati e automatizzati nei processi di reclutamento e selezione.


Quali sono stati i risultati


Sembra che più della metà degli intervistati utilizzi questi sistemi per fare una prima scrematura e facilitare l’attività di selezione. Il 45% li usa per un’analisi automatizzata dei curricula e dei profili presenti nei Data Base generale, il 27% li utilizza per fare un’analisi motivazionale del candidato tramite un check sui social e per verificare la sua Web Reputation, mentre il 25% del campione fa interviste virtuali ai candidati. Il 19%, invece, si concentra su un’analisi semantica dei curricula e l’11% esamina i video dei candidati.


Vantaggi e limiti dell’AI


L’uso dei sistemi “intelligenti” nei processi di selezione dei candidati aziendali produce una velocizzazione dei processi di reclutamento e selezione e il risparmio di tempo. Vi sono altri vantaggi tangibili legati alla qualità del processo di selezione: da una maggiore accuratezza nella selezione dei curricula, all’aumento della rapidità di risposta, a una maggiore attenzione nelle interviste dei candidati. Sicuramente l’uso dell’intelligenza artificiale cambierà in modo significativo l’attività dei professionisti che lavorano nel campo delle risorse umane, ma allo stesso tempo questo cambiamento non costituisce una minaccia per la propria professione.
Vi sono, però, dei limiti nell’utilizzo di questi nuovi strumenti. Sicuramente il processo di reclutamento e selezione del personale non potrà essere completamente automatizzato: c’è chi ritiene che l’intelligenza artificiale potrà integrare le attività umane per renderle più efficienti, ma c’è chi sostiene che tale attività potrà sostituire solo le attività ripetitive del processo di selezione. La domanda principale rimane pertanto una: l’intelligenza artificiale potrà sostituire completamente l’uomo? La maggior parte degli intervistati ha risposto di no.


AI nelle risorse umane


In quali altre aree di interesse potrà essere utilizzata l’AI? Sicuramente nella formazione, nella valutazione delle performance, nella compensation, nella valutazione del potenziale dei dipendenti, ma anche nella mobilità e nello sviluppo delle carriere.