home Retail TopBrands: la classifica dei brand più social della GDO
La corsia di un supermercato quando hai fretta, tanta fretta
0

TopBrands: la classifica dei brand più social della GDO

Dall’indagine svolta da Blogmeter con il nuovo tool di Social Analytics emerge la performance di Auchan Italia, che stacca brand come Carrefour ed Esselunga

Per chi non lo sapesse le “focaccine dell’esselunga sono buone, anzi oso dire super buone. Unte il giusto, che ti facciano sentire il gusto”. Se non l’hai canticchiata significa che non hai ancora sentito la canzone diventata un tormentone l’estate passata dove l’engagement sui social ha raggiunti livelli esagerati. Ora fa un po’ più freddo ma per fortuna c’è Blogmeter che scalda l’atmosfera quasi quanto Celentano e Mina quando cantavano Brivido felino.

La nuova edizione con la Top Brands questa volta è dedicata al settore della GDO. Nello specifico Blogmeter ha messo sotto osservazione le performance di tutte le pagine ufficiali Facebook, Twitter, Instagram e YouTube dei brand GDO che si rivolgono esclusivamente al mercato italiano. La classifica che ne è scaturita, relativa al mese di gennaio 2018, è stata realizzata con il nuovo tool di Social Analytics, migliorato sia dal punto di vista grafico sia nelle funzionalità rispetto alla versione precedente. Il nuovo tool, che sarà disponibile entro la fine di questo mese di febbraio, ha permesso a Blogmeter di analizzare le social performance complessive dei brand presi in esame, potendo così verificare in che percentuale i diversi social sono stati significativi rispetto all’engagement totale.

I primi tre brand sul podio

Al primo posto del rating troviamo Auchan Italia con 119.500 interazioni, che per quanto riguarda il mercato italiano, si è concentrata molto su Facebook. In questo caso l’attività più rilevante porta la data del 17 Gennaio scorso, quando l’engagement ha toccato il picco di 39.600 interazioni grazie ad un post che invitava gli utenti a esprimere la loro opinione sui due classici della cucina italiana attraverso le Facebook Reaction. Secondo posto per Carrefour che a gennaio ha ottenuto complessivamente 79.750 interazioni, quasi del tutto provenienti da Facebook (96,73%), a cui timidamente seguono Instagram (1,78%), YouTube (0,93%) e Twitter (0,56%). Da segnalare che il piano editoriale del mese di gennaio ha dato grande spazio all’ironia grazie ad una serie di immagini di prodotti freschi accompagnati da copy ironici e dall’hashtag #InsiemeÈMeglio. Medaglia di bronzo per Esselunga che ha prodotto un engagement complessivo di 47.420 interazioni, realizzate principalmente attraverso Facebook (90,63%) e in misura minore con Instagram (9,37%). Il piano editoriale del mese di gennaio di Esselunga è stato variegato, ma i post che hanno ottenuto più successo sono stati quelli dedicati alla raccolta dei Rollinz e all’App Rollinz 2.0. Bene anche gli hashtag #starwarsit, #gliultimijedi e #rollinz che sono stati i più coinvolgenti del mese.

LIDL Italia e MD Spa chiudono la Top Five

Proseguendo la nostra carrellata troviamo al quarto posto LIDL Italia che si è distinta all’interno del panel analizzato per la sua strategia multicanale. Fatta eccezione per Twitter, il total engagement nel mese di gennaio si è distribuito equamente tra Facebook (38,26%), Instagram (31,84%) e Youtube (29,51%). Il post che ha raccolto più interazioni è stato quello del 3 gennaio scorso che invitava gli utenti a partecipare all’estrazione di un premio simbolico a fronte di un commento. Chiude la Top Five MD SpA che con la sola pagina Facebook ha portato a casa 40.770 interazioni totali. La strategia del marchio per il mercato Italia è monocanale e alterna post acchiappa like a post promozionali e di servizio. Menzione d’onore infine, per Coop Italia, il cui video di YouTube, dedicato al nuovo Spot per i 70 anni dei prodotti a marchio Coop, è in assoluto il video più visto del mese di Gennaio.