home Dati Mastercard pubblica la nuova edizione del suo studio sui Pagamenti Digitali
mobile payment
0

Mastercard pubblica la nuova edizione del suo studio sui Pagamenti Digitali

Lo studio Mastercard sui Pagamenti Digitali mette in evidenza le tendenze dei social media sul potere d’acquisto sempre più a disposizione dei consumatori.

Circa le soluzioni d pagamento innovative l’Italia si è sempre posizionata come fanalino di coda in Europa e non solo: se in altri Paesi (e continenti) ormai il contante inizia a scomparire, nel Belpaese la situazione è ben diversa. Infatti, come si suol dire, seppure ci sia “sempre chi sta peggio”, è pur vero che in Italia si è sempre stati restii all’abbandono di banconote e monete, anche solo circa l’utilizzo delle carte. Il passaggio ai mobile payment appare, quindi, un obiettivo ancora non così facilmente e velocemente realizzabile, nonostante anche gli italiani siano sempre più propensi all’utilizzo delle tecnologie nella propria quotidianità.

In generale, però, oggi più che mai le persone di tutto il mondo vivono una vita sempre più digitale – e mobile – e si aspettano che lo sia anche la possibilità di pagare in modo semplice e immediato, in linea con la predisposizione ad essere sempre connessi. È quello che emerge dalle conversazioni sui social media prese in considerazione nell’edizione 2019 dello studio Mastercard sui Pagamenti Digitali.

I pagamenti via mobile rappresentano più del 27% delle conversazioni social incentrate sui pagamenti, con un incremento delle menzioni social del 20% rispetto dell’anno precedente. Inoltre, le menzioni sui mobile wallet sono più che raddoppiate in queste prime settimane del 2019.

Giunto alla sesta edizione, lo studio Mastercard, sviluppato in collaborazione con PRIME Research, ha preso in considerazione oltre 3,3 milioni di conversazioni dello scorso anno su diversi canali social, tra cui Twitter, Facebook e Instagram.

«I servizi on-demand non sono solo una prospettiva per i fornitori di contenuti e servizi via cavo. Sono una una realtà effettiva per le persone che fanno acquisti nella vita di ogni giorno», ha affermato Rose Beaumont, Senior Vice President of European Communications and Sales Enablement, Mastercard. «Nello studio di quest’anno vediamo quanto i metodi di pagamento rapidi, convenienti e sicuri vengano adottati in tutti i mercati. Abbiamo inoltre notato un continuo interesse e una domanda in crescita per gli anni a venire».

Interesse per le nuove tecnologie

Le persone sono alla continua ricerca delle tecnologie più all’avanguardia che rivoluzionino la loro quotidianità. Solo nell’ultimo anno, le citazioni sui social media su questo tema sono aumentate del 30% rispetto all’ultima rilevazione. Oggi, circa il 20% di tutte le conversazioni sui pagamenti via mobile si concentra sui pagamenti contactless e sui mobile wallet. Al di là di queste aree di interesse primario, i consumatori sono interessati a come l’intelligenza artificiale, i pagamenti QR e i pagamenti wearable avranno un impatto sulle loro vite.

Nel complesso, le persone sono sempre più positive verso queste nuove tecnologie. La quasi totalità (95%) delle conversazioni sui mobile wallet sono favorevoli, con il 30% dei messaggi che elogiano la velocità, l’efficienza e la semplicità dei prodotti attualmente presenti.

L’adozione di pagamenti mobili è stata monitorata in tutti i mercati, dall’Asia all’Africa. L’India è il mercato dominante (30%) in cui si discute dell’uso e del potenziale dei mobile wallet, in particolare su tematiche come trasporti pubblici e i pagamenti basati su QR (guidati da specifici riferimenti a MasterpassQR e PaytmQR). Gli USA, invece, si posizionano lontano dall’India, con un tasso di discussione pari al 10%.

Sicurezza e tranquillità sempre al primo posto

Tra le conversazioni analizzate, i consumatori continuano chiaramente a concentrarsi, come requisito fondamentale richiesto, sulla sicurezza del loro denaro e dei loro dati. Nei loro post, le persone riconoscono il valore delle nuove tecnologie nel fornire sicurezza ai pagamenti mobili.

Guardando invece alle nuove tecnologie:

La biometria ha raggiunto un potenziale di 111 milioni di persone, principalmente grazie all’interesse per i pagamenti vocali e agli scanner di impronte digitali;
La “tokenizzazione” – e il suo ruolo centrale nel supportare e proteggere i pagamenti di tutti i tipi -sono stati evidenziati nelle conversazioni che hanno raggiunto un pubblico potenziale di 11 milioni di spettatori.

Infine, mentre le notizie più recenti relative alle violazioni dei dati guidano un quinto delle conversazioni relative ai dati, un altro 13% di queste conversazioni rileva il potenziale delle tecnologie di sicurezza digitale, tra cui blockchain, tokenizzazione e l’uso dei dati biometrici.