home Mercato La nuova strategia di Walmart sta causando un esaurimento scorte, ecco perché
walmart-center
0

La nuova strategia di Walmart sta causando un esaurimento scorte, ecco perché

Walmart ha deciso di cambiare strategia riguardo la nuova piattaforma eCommerce, ma l’esaurimento scorte potrebbe rappresentare un problema grave.

Il colosso americano di negozi al dettaglio Walmart ha cambiato drasticamente i suoi sistemi di e-commerce: sembra che stia avvisando gli acquirenti online che alcuni prodotti nei suoi magazzini sono “esauriti” al fine di evitare le spese aggiuntive associate alla spedizione di articoli da magazzini più lontani. Ciò secondo quanto riportato dal Wall Street Journal.

Quando si presentano richieste di prodotti esauriti, Walmart.com raccomanderà che prodotti simili saranno disponibili nei magazzini nelle vicinanze, secondo il portavoce della società Ravi Jariwala.

Il nuovo sistema, introdotto all’inizio di questo mese, ha causato un calo delle vendite per alcune delle aziende che vendono su walmart.com, con la conseguenza che sta mettendo pressione sui fornitori per immagazzinare i prodotti in più basi Walmart, al fine di garantire vendite costanti.

Aumentare la redditività dell’e-commerce

Questo sistema di esaurimento delle scorte rappresenta un altro tentativo da parte di Walmart di aumentare la redditività della propria attività di e-commerce, riducendo contemporaneamente i costi di spedizione associati. All’inizio di quest’anno, Walmart ha provato a chiedere ai venditori di fornire articoli più costosi o pacchetti di prodotti che potessero appunto giustificare il costo della spedizione.

Inoltre, il sistema stesso aveva problemi in quanto aumentava i prezzi online e mostrava il costo inferiore in negozio di ciascun articolo, per cambiare poi direzione quando i clienti cominciavano a confondersi.
L’intenzione della nuova strategia out-of-stock di Walmart è quella di capire se il rivenditore può inviare più ordini tramite spedizione via terra rispetto alla posta aerea necessariamente più costosa, anche per assicurarsi che le spedizioni arrivino in due giorni (o meno).

Questo cambiamento di strategia potrebbe ridurre i costi per Walmart, ma il rivenditore deve fare attenzione a non allontanarsi i clienti. Se i venditori accettano di archiviare l’inventario in più magazzini Walmart e se Walmart può ridurre al minimo il numero di complicazioni che questa strategia causa ai clienti, potrebbe infine ridurre l’importo che l’azienda stessa deve spendere per l’adempimento. Il rischio, tuttavia, è che gli acquirenti, di fronte a scorte esaurite o a raccomandazioni di prodotti che non sono esattamente quello che vogliono, si rivolgeranno ai concorrenti, rompendo la fidelizzazione che avevano costruito con Walmart.

I punti salienti della strategia

La riduzione della selezione delle merci facilmente disponibili per gli acquirenti contrasta con i recenti sforzi di acquisizione dei clienti di Walmart:

In primo luogo è avvenuta una presentazione del contenuto di influencer. Il rivenditore ha lavorato con influencer per aggiungere foto, video e altri materiali su determinate pagine di prodotti tramite il portale Walmart.com. Ciò renderà il sito più coinvolgente, una caratteristica apprezzata dai consumatori, soprattuto quelli che appartengono alla generazione Millennium e Gen Z. Tuttavia, se il prodotto approvato dall’influencer è esaurito, è improbabile che i clienti siano ricettivi a un prodotto simile perché non è lo stesso di quello desiderato.

In secondo luogo: l’avvenuta aggiunta di marchi premium a Walmart.com. La società ha recentemente aperto un nuovo negozio di moda sul suo sito con marchi premium del calibro di Lord & Taylor, e un negozio all’aperto con le merci della sua filiale, la Moosejaw, con obiettivi millenari. Questi negozi si rivolgono a consumatori più abbienti offrendo prodotti più costosi e di alta qualità rispetto a quelli tipici di Walmart. Se le scorte esaurite rendono imprevedibile la disponibilità di questi prodotti, ciò ostacolerà non poco i progressi di Walmart verso la percezione di diventare anche un rivenditore di alta gamma.

Infine, la preparazione a riempire le scarpe di Toys “R” Us. Walmart ha infatti dichiarato che il sito di eCommerce Walmart.com avrà il 40% in più di giocattoli durante le festività natalizie. Questa mossa ha lo scopo di attirare i consumatori in cerca di un posto per comprare giocattoli dopo la caduta di Toys “R” Us. Se gli acquirenti si trovano di fronte a scorte esaurite di giocattoli su Walmart.com in previsione delle vacanze, andranno diretti ai concorrenti e Walmart si lascerà sfuggire l’opportunità di afferrare una fetta della quota di mercato lasciata da Toys “R” Us.