home Mercato Letgo raggruppa 175 milioni di dollari ed è pronto a sfidare eBay
letgo
0

Letgo raggruppa 175 milioni di dollari ed è pronto a sfidare eBay

Il mobile marketplace dedicato alla compravendita di articoli usati è stato nominato tra le migliori App del 2016 e nel 2017 punta a raggiungere eBay

Letgo non è ancora molto noto in Italia, sebbene la sua applicazione sia presente anche nel nostro Paese. Si tratta di un marketplace per la vendita e l’acquisto di prodotti usati, come lo sono eBay o Craigslist, ma presenta due importanti caratteristiche che lo differenziano da tutte le soluzioni simili presenti sul mercato: è dedicato prevalentemente all’utenza mobile e la sua app è l’unica nel settore ad essere dotata di intelligenza artificiale e di tecnologia che prevede il riconoscimento di immagini che nominano e categorizzano automaticamente i prodotti dei venditori.

La notizia è che letgo è riuscita a racimolare ben 175 milioni di dollari da investire nei suoi piani di crescita e ovviamente aumentare il livello di concorrenza verso i suoi principali rivali, i già nominati eBay e Craigslist. La somma è stata raccolta grazie al contributo dell’africana Naspers, Accel Partners, Insight Venture Partners, New Enterprise Associates e 14W.

La tecnologia di letgo

Grazie alla tecnologia di letgo gli utenti possono pubblicare un prodotto da mettere in vendita in pochi secondi semplicemente scattando una foto del prodotto senza dover aggiungere descrizioni o inserire prezzi. Queste ultime operazioni verranno infatti svolte dall’app che darà un nome al prodotto e grazie al riconoscimento di immagine sarà inserito in una determinata categoria. Per il prezzo ogni utente potrà chattare direttamente con il titolare di quel prodotto e contrattare su di esso per decidere infine un eventuale posto per la consegna.

A differenza di eBay, che prende una percentuale sulla vendita dei prodotti, letgo è completamente gratuito. Alec Oxenford, co-fondatore di letgo, ha spiegato che a breve saranno previste delle modalità con cui iniziare a monetizzare dai servizi offerti dal marketplace ma non riguarderanno la vendita in sé, piuttosto potranno essere tassati servizi pubblicitari aggiuntivi, come ad esempio la pubblicità per aumentare la visibilità della propria lista di prodotti. Un po’ come accade su Taobao di Alibaba.

Questo è il motivo che ha portato eBay ad investire nel mobile e nelle tecnologie ad intelligenza artificiale, acquisendo lo scorso ottobre la compagnia specializzata nel riconoscimento di immagini Corrigon, in modo da classificare e organizzare meglio le liste di prodotti presenti all’interno della piattaforma.

Le sfide nel 2017

Il 2016 è stato un anno importante per letgo che ha ricevuto la nomina di “Hottest Startups” da parte di Wired ed è stato incluso fra le “Best Apps” dell’anno da Google. Da quando è stata lanciata, verso la metà del 2015, l’applicazione ha raggiunto più di 45 milioni di download e registra una media di 20 milioni di utenti attivi al mese. L’obiettivo è quello di raggiungere entro la metà del 2017 un volume di transazioni annuale pari a 23 miliardi di dollari.

EBay possiede 165 milioni di utenti attivi e una GMV pari a 20 miliardi per trimestre, la strada da percorrere per letgo è quindi ancora lunga ma senza dubbio i nuovi investimenti lasciano sperare che il mercato possa diventare ancora più competitivo. Questo è ancora più verosimile se si considera che letgo non è l’unico mobile-marketplace di prodotti usati ad essere emerso prepotentemente negli ultimi anni. Uno dei suoi concorrenti, OfferUp, ha infatti raggruppato 130 milioni di dollari a novembre ed è stato valutato più di un miliardo di dollari sul mercato.