home Marketing Street View Trekker: il nuovo zaino tecnologico di Google
0

Street View Trekker: il nuovo zaino tecnologico di Google

Google Street View introduce una nuova e originale applicazione che permette una visione fotografica dei luoghi a 360°. È il nuovo zainetto Trekker: studiato apposta per gli appassionati del viaggio.

Molte volte abbiamo sentito parlare della funzione di Google Street View: applicazione di Google Maps e Google Earth che offre all’utente viste panoramiche a 360° in orizzontale, e a 160º in verticale, lungo le strade. Inoltre permette di osservare intere parti di tutte le città del Mondo e di godere di esperienze virtuali senza precedenti.

Innovazione di Trekker

Da oggi l’applicazione Google Street View si rinnova e si mette al passo con i tempi: viene aggiornato e migliorato il suo programma Trekker che ha trasformato le fotocamere Street View a 360 gradi in un unico zaino, che oggi è diventato molto più piccolo e leggero di prima. Non si tratta, infatti, solo di un nuovo design. Il Grande Colosso sostiene che il nuovo Trekker presenta un hardware notevolmente migliorato e si pone al passo con la tecnologia moderna in quanto permetterà di acquisire immagini migliori e più nitide, grazie ai sensori di alta risoluzione.
“Come le precedenti generazioni di Trekker, la nuova versione può essere montata su auto, barche o persino ziplines”, sostiene Google. “Questo aiuta a catturare luoghi difficili da raggiungere o quando costruisci mappe per paesi in via di sviluppo e città con strutture complesse”.

Il programma di prestito

Il programma di prestito della fotocamera di Street View è a disposizione per aiutare nella condivisione di luoghi unici del mondo tramite Google Maps.
Nell’ambito del programma, Google può offrire agli utenti interessati o uno zaino Trekker di Street View o una fotocamera sferica compatibile con l’app- Street View, a seconda della disponibilità e delle esigenze dell’interlocutore.
Google incentiva questo strumento, rivolto a organizzazioni quali enti del turismo, organizzazioni non profit, agenzie governative, università e gruppi di ricerca, fotografi esperti e viaggiatori. È aperto inoltre a tutti i soggetti che desiderano promuovere aree di interesse culturale, storico e turistico, e a coloro che intendono fotografare interni di aziende.
Tra non molto l’utente potrà vedere su Google Street View delle belle immagini, anche dal punto di vista qualitativo, di luoghi difficili da raggiungere su Google Maps. Potremo così continuare a fare una bella passeggiata virtuale in luoghi sconosciuti o su spiagge incantevoli mai viste prima.