home Aziende Giglio Group continua la sua espansione in Cina e chiude due accordi con Amazon
Giglio
Alessandro Giglio, presidente di Giglio Group
0

Giglio Group continua la sua espansione in Cina e chiude due accordi con Amazon

Grazie agli accordi il Gruppo guidato da Alessandro Giglio porterà i luxury brand della sua divisione fashion nelle piattaforme di Amazon China e Amazon Hong Kong

In linea con la strategia di espansione internazionale, Giglio Group ha annunciato poche ore fa la chiusura di due importanti accordi per la distribuzione ecommerce dei brand italiani nella Greater China attraverso Amazon China e Amazon Hong Kong. Gli accordi non hanno una scadenza temporale e consentiranno al Gruppo, tramite la divisione fashion, di proporre e commercializzare capi di abbigliamento e accessori di alcuni dei luxury brand italiani più rinomati nella regione asiatica. Facendo leva sulla struttura che Giglio Group ha già realizzato in Cina e sfruttando i canali di tv, web e social marketing del Gruppo stesso, i brand avranno quindi l’opportunità di entrare in uno dei mercati ecommerce più importanti, ampi e sofisticati al mondo, beneficiando, allo stesso tempo, di tutti i vantaggi che la struttura di Amazon mette a disposizione, risparmiando significativamente sull’investimento iniziale.

Alla conquista del mercato luxury cinese

Gli accordi con Amazon seguono le recenti collaborazioni chiuse da Giglio Group con Secoo e Mei, le due principali piattaforme in Cina nel luxury ecommerce, e permettono al Gruppo di rafforzare ulteriormente la propria leadership nel mercato ecommerce cinese. Un mercato che secondo le ultime stime vale oltre 700 miliardi di dollari e punta a raggiungere i 1.000 miliardi entro il 2018. Numeri che acquistano un’ulteriore valenza se si aggiunge che il 30% del consumo del lusso mondiale proviene proprio dalla Cina, dove il 49% dei beni di lusso sono acquistati online. In particolare, Amazon China ha avviato la propria attività nel Paese acquisendo il marketplace joyo.com, totalizzando nel primo trimestre 2017 un numero di transazioni 11 volte superiori a quelle del primo trimestre del 2015, vendendo oltre 17 milioni di prodotti.

L’accordo, infine, permette a Giglio di consolidare il suo ruolo esclusivo di abilitatore digitale nel mercato cinese per i brand di moda e rafforza la propria collaborazione con Amazon, diventandone partner globale. Dal 23 maggio scorso, Giglio Group è infatti l’unico editore italiano a essere trasmesso su Amazon Channels, la piattaforma televisiva di Amazon.com con un’offerta globale di canali e contenuti di primissimo livello.

Gli obiettivi del Gruppo Giglio

«In pochi mesi abbiamo concluso tre importanti contratti che ci posizionano ai vertici del settore ecommerce in Cina. Siamo felici che la collaborazione con Amazon, di grande valore commerciale e strategico, stia evolvendo verso una partnership a livello globale. Dopo Secoo e MEI.com, con Amazon scaliamo posizioni di mercato strategiche in un Paese fortemente attrattivo per il “Made in Italy”», ha dichiarato Alessandro Giglio, presidente di Giglio Group. «Uno dei maggiori trend futuri sarà la crescita delle vendite dall’Europa verso la Cina, già oggi molto forte, e Giglio Group si sta posizionando al top per cogliere da subito i ritorni sia in termini di business, che di ricavi, mantenendo fede all’obiettivo primario: promuovere e vendere il Made in Italy nel mondo sui propri canali tv, digitali, online, social e web. Offrire la presenza in modo sistematico e integrato dei nostri servizi sui più importanti marketplace globali rappresenterà la nostra linea strategica di riferimento, oltre che un tratto distintivo del nostro Gruppo e un importante asset. Anche grazie a questi nuovi accordi, prevediamo nel 2018 di crescere a due cifre in questo mercato, sia nel fatturato, che nei profitti.»