home Marketing Come ottimizzare lo shopping natalizio secondo Criteo
criteo
0

Come ottimizzare lo shopping natalizio secondo Criteo

L’indagine Criteo “Shopper Story” per arrivare preparati agli acquisti di Natale: il trend dei comportamenti di acquisto degli utenti è omnichannel

Natale fa impazzire lo shopping e così Criteo, azienda tecnologica specializzata in commerce marketing, ha condotto l’indagine “Shopper Story” focalizzata sui cambiamenti delle abitudini e delle preferenze d’acquisto degli utenti proprio nel periodo natalizio. Analizzando il comportamento degli acquirenti, i termini di ricerca e milioni di carrelli, Criteo ha elaborato i trend di acquisto per offrire maggiore consapevolezza sulla stagione dello shopping natalizio del 2017.

Il fenomeno Black Friday

Questa novità importata dall’America ha fatto registrare nel 2016 un incremento del 60%  degli acquisti rispetto all’anno precedente. Anche in Italia il Black Friday è diventata la giornata principale per gli acquisti online con un aumento del 170% rispetto alla media giornaliera. Per non incontrare difficoltà con scorte e forniture, è importante che i retailer siano preparati ad affrontare questo periodo dilatato di sconti, che continua con il Cyber Monday e il Bounceback Tuesday.

L’acquisto online è un processo cross-retailer

Grazie alle varietà di siti fra cui scegliere, gli acquirenti confrontano le diverse offerte controllando le variazioni di prodotto, prezzo e disponibilità. Questo comportamento è più evidente nelle categorie degli articoli per la casa e dei beni elettronici di consumo.

Periodi di spedizione più corti posticipano gli acquisti in prossimità di Natale

Abituati a tempi di consegna sempre più ridotti, un numero sempre maggiore di acquisti avviene in prossimità del Natale. Nel 2016 si è registrato un importante aumento delle conversioni fino al 19 di dicembre. Oltre a tempi di spedizione brevi, i clienti si aspettano anche la possibilità di effettuare resi gratuiti con semplicità. Lo studio Shopper Story di Criteo rivela che il 54% dei clienti britannici considera questo un criterio chiave nel determinare la scelta del retailer online, anche più degli sconti. Gli acquirenti desiderano inoltre poter restituire i prodotti acquistati online in un punto vendita, soprattutto nel caso degli elettrodomestici.

Elettronica, moda e giochi: i re della stagione

Nessuna sorpresa emerge dall’analisi dei settori subverticali. Informatica/high tech, moda e giochi/gadget sono i re indiscussi della stagione natalizia. Gli articoli di elettronica (informatica/high tech) quadruplicano le vendite durante il Black Friday e quasi le raddoppiano durante il mese di dicembre. Le vendite di moda triplicano durante il Black Friday; quelle di giochi aumentano di 2,5 volte durante il weekend del Black Friday e raddoppiano nel corso del mese di dicembre.

Nei weekend aumentano gli acquisti da mobile

Il 2016 ha riscontrato non solo un incremento dello shopping online ma anche l’effettivo completamento dell’acquisto tramite smartphone: secondo il report Cross Device di Criteo, nel quarto trimestre il 30% di tutte le conversioni è stato effettuato tramite dispositivi mobili. I dati mostrano un picco degli acquisti tramite mobile nelle ore in cui in genere le persone frequentano i negozi fisici nei fine settimana. Allo stesso tempo, Criteo ha osservato tassi di conversione più elevati tramite le app dei retailer, perché gli acquirenti preferiscono disporre di un metodo di pagamento integrato.

Il Click & Collect aumenta le vendite

Paesi come la Francia e il Regno Unito registrano il maggior numero di clienti che acquistano online e ritirano il prodotto in un negozio o in un centro più comodo, un approccio che si sta diffondendo anche in Italia. Quest’anno si è registrato un forte aumento degli acquisti tramite il “drive through” che prevede la presenza di personale che aiuta a caricare gli articoli sulla vettura del cliente al momento del ritiro. Le offerte Click & Collect non si rivelano solo più pratiche per gli acquirenti durante il frenetico shopping natalizio, ma offrono al retailer ulteriori opportunità di upselling grazie ai punti espositivi ben forniti e al personale di vendita preparato.

La rinascita della vendita al dettaglio

Come rivela l’indagine Shopper Story di Criteo, gli acquirenti omnichannel preferiscono l’acquisto online, ma quando hanno tempo amano comunque scoprire e provare nuovi punti vendita. La prossima stagione di acquisti natalizi sarà un mix di shopping online per la scelta e la praticità, e di passeggiate lungo le strade della moda alla ricerca di ispirazione.

Per garantire visibilità agli annunci, Criteo suggerisce ai brand di aumentare i CPC nelle tre settimane precedenti al Black Friday. Generalmente questi aumentano fino al 30% nel mese di dicembre e del 15% nei primi giorni dei saldi. Nel periodo natalizio gli acquirenti navigano alla ricerca di offerte speciali e stagionali: è necessario quindi incrementare la presenza con campagne specifiche per audience specifiche per avere la certezza di essere individuati e quindi aumentare le vendite.