home Marketing I 5 consigli da seguire per non farsi fregare sul web
markmonitor
0

I 5 consigli da seguire per non farsi fregare sul web

La lista stilata da MarkMonitor, l’azienda specializzata nella protezione del brand online, per evitare di acquistare la maglia “tarocca” della nostra squadra

La maglia della propria squadra del cuore è sempre stata una prerogativa del vero tifoso, per non parlare poi di tutti gli altri gadget brandizzati, primo tra tutti la sciarpa. La scelta di tutto il merchandise sportivo ha sempre spaziato tra due mondi: il tarocco e l’originale, il baracchino sotto lo stadio e il negozio ufficiale. Se una volta la decisione per l’uno o per l’altro era presa consapevolmente, ora non è sempre così. Non è difficile, infatti, incappare in versioni contraffatte attraverso il canale online.

Ormai tutti i club hanno il loro proprio portale online dedicato ma esistono anche numerosi maketplace e siti di aste che fanno gola con le loro offerte. Tuttavia, anche se questo può far felice il nostro conto corrente nel breve termine, potrebbe essere dannoso nel lungo periodo, poiché la maggior parte del merchandise scontato risulta essere contraffatto.

La popolarità del calcio a livello internazionale sta a significare che vi è una domanda consistente di merchandise e prodotti dei club, infatti, dalla stagione 2011/2012, solo la Premier League ha sequestrato oltre 7,7 milioni di sterline di merce contraffatta.

In questo contesto, l’azienda specializzata nella protezione del brand online, MarkMonitor, ha stilato una lista di consigli per evitare di acquistare prodotti falsi online:

  • Prezzo: I consumatori che cercano di evitare i prodotti falsi, in alcuni casi, ignorano i prezzi troppo belli per essere veri degli annunci su internet, ma i falsari stanno diventando più esperti e si sono resi conto che hanno più possibilità di ingannare gli acquirenti quando riducono meno il prezzo del prodotto. Pertanto, è importante conoscere il prezzo di vendita consigliato (Recommended retail price, RRP) del merchandise che si sta cercando ed usarlo come riferimento. Se vi è uno sconto di qualsiasi entità, anche solo il 10 o 20%, vale sempre la pena fare ulteriori ricerche per capire se il risparmio è legittimo.
  • Il sito internet: I contraffattori possono essere estremamente bravi nel creare falsi siti che appaiono originali, rendendo difficile per gli appassionati di sport giudicarli per quello che sono. In casi come questo è consigliabile dare un’occhiata alle sezioni “About” e “FAQ” del sito, poiché i contraffattori spesso prestano meno attenzione ai dettagli di queste pagine. Se non includono informazioni importanti, come ad esempio i dettagli della spedizione o la sede della compagnia, è meglio starne alla larga.
  • Reso e privacy policy: Ogni sito legittimo renderà queste policy chiare agli acquirenti, poiché sono importanti per coloro che hanno necessità di restituire un oggetto difettoso o della misura sbagliata. Se queste politiche sono difficili da trovare o non sembrano esistere è segno di attività fraudolente in atto.
  • L’URL del sito: Spesso i contraffattori utilizzano un indirizzo URL simile a quello originale del club calcistico e dei suoi marchi affiliati per creare confusione, che includono errori di ortografia e di battitura, nella speranza che i consumatori visitino inconsapevolmente questo tipo di siti, un metodo comunemente noto come ‘cybersquatting’. Quindi, prima di acquistare qualunque cosa, i consumatori dovrebbero verificare l’indirizzo URL del sito e assicurarsi che sia corretto al 100%. Risulta anche utile verificare che l’indirizzo cominci con il prefisso ‘https://’, in cui la ‘s’ indica che è sicuro.
  • Marketplace online: Infine, per coloro che cercano un affare sui marketplace online, sarà necessario controllare accuratamente le recensioni sul venditore da cui si intende acquistare. Se le recensioni sono estremamente positive allora si può supporre che il venditore sia affidabile, ma se sono per la maggioranza negative, vale la pena controllare altre opzioni disponibili.