home Dati Tutti pazzi per il gioco online: lo stato del mercato italiano
gioco online
Un uomo che giocherà online molto presto
0

Tutti pazzi per il gioco online: lo stato del mercato italiano

Nel 2017 il mercato dei giochi online regolamentati con vincita in denaro vale 1,38 mld di euro, +34% rispetto al 2016, con un’incidenza del 7,2% rispetto al totale del settore Gioco

Una volta era la schedina del Totocalcio, i cavalli, il Lotto o al massimo il Bingo. Poi sono iniziate a spuntare come funghi le varie ricevitorie di gioco che poco a poco si sono trasferite anche online dove oggi è possibile trovare una piccola Vegas dentro uno smartphone. Secondo l’ultima edizione dell’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano, promosso congiuntamente con l’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) e Sogei, il valore del mercato dei giochi online regolamentati con vincita in denaro nel 2017 è stato pari a 1,38 miliardi di euro, in crescita del 34% rispetto al 2016, con un’incidenza del 7,2% rispetto al valore complessivo del settore Gioco (offline + online).

La crescita è dovuta in particolar modo al recupero di flussi di gioco irregolari, rientrati all’interno del circuito legale e passati nel tempo sotto il controllo dell’Agenzia Dogane e Monopoli sia tramite l’ingresso di player internazionali nel circuito “.it” che attraverso la migrazione di giocatori italiani che in precedenza praticavano in maniera preponderante su portali sprovvisti di licenza. Inoltre, a contribuire è anche il processo trasversale di digitalizzazione dei comportamenti d’acquisto degli italiani con un costante aumento di iniziative multicanale.

Il mercato

In linea con gli ultimi anni, anche nel 2017, le tre categorie più apprezzate dai giocatori italiani rappresentano il 91% del mercato. Prosegue la crescita dei Casinò Games (+29% nel 2017) con una spesa che ha raggiunto i 569 milioni di euro, pari al 41% del mercato complessivo, così come quella legata alle Scommesse Sportive (+59%) che oggi vale 556 milioni di euro, pari al 40% del mercato complessivo. A differenza del 2016, cresce anche il Poker, che nell’insieme delle sue due componenti – torneo e cash game – è aumentato del 4%, arrivando a valere 144 milioni di euro, pari al 10% del mercato complessivo. Il restante 9%, pari in valore assoluto a 107 milioni di euro e in crescita del 12%, è generato dall’insieme di Altri Giochi che tra gli altri comprende Bingo, Lotto e Scommesse Virtuali.

Prosegue anche la crescita del gioco Mobile, sia in termini di iniziative (+13%) sia in termini di volumi di gioco. In particolare la spesa generata su smartphone e tablet supera i 350 milioni di euro, in crescita di oltre il 50%, trainata da Scommesse Sportive e Casinò Games. Nel 2017 la spesa generata su questi device è cresciuta di oltre il 50% e supera i 350 milioni di euro, trainata da Scommesse Sportive (+65%) e Casinò Games (+46%), e rappresenta oltre un quarto (27%) della spesa online complessiva.

Nel 2017 lo Stato italiano ha trattenuto, in forma di tassa diretta, quasi 320 milioni di euro – ossia circa un quarto della spesa – in crescita del 29% rispetto al 2016. Rispetto all’intero gettito erariale diretto del settore Gioco (offline + online), il comparto online incide per il 3,2% circa, in aumento rispetto all’incidenza del 2,5% del 2016.

gioco online

I giocatori

Gli italiani che nel 2017 hanno effettuato almeno una giocata online sono stati 2,2 milioni (+22% rispetto al 2016) e l’ampliamento della base utenti si è registrato anche a livello mensile: i giocatori attivi unici in media al mese sono 959.000 circa, in crescita del 25% rispetto ai 766.000 circa del 2016. Il bacino di utenza del Gioco Online (2,2 milioni di giocatori annui nel 2017) rappresenta circa il 7% degli Internet User in Italia con più di 18 anni (32,3 milioni di utenti secondo i dati ISTAT). Rispetto alla popolazione maggiorenne italiana (50,4 milioni di persone, sempre secondo ISTAT) la penetrazione è invece di circa il 4%. Non cambia l’identikit del giocatore tipo: uomo (82% dei casi), residente al Centro-Sud (70%) e con età compresa tra i 25 e i 44 anni (53%). Più della metà degli utenti gioca saltuariamente e un terzo dei giocatori gioca per un solo mese all’anno.