home Dati In Svizzera il mercato dell’ecommerce è ormai maturo e vale più di 10.4 miliardi di euro
ecommerce
Alessandro Marrarosa, presidente di NetComm Suisse
0

In Svizzera il mercato dell’ecommerce è ormai maturo e vale più di 10.4 miliardi di euro

A trainare l’ecommerce il settore della moda, con un spesa media di circa 564 euro, seguito da trasporti, viaggi, ticketing e dall’arredamento

Lo scorso 13 marzo si è svolta a Lugano, in Svizzera, la terza edizione del convegno “e-Commerce meets Fashion in The Ticino Fashion Valley”. L’evento, organizzato dall’associazione NetComm Suisse è stata l’occasione per tirare qualche somma sullo stato dell’ecommerce in Svizzera in rapporto al contesto europeo, con un focus particolare sul settore fashion che al momento ricopre un ruolo primario nel panorama economico elvetico.

Secondo i dati dell’Observatory NetComm Suisse e della ricerca Swiss e-Commerce Consumer Behaviour realizzata con ContactLab, la moda è infatti al primo posto tra le categorie di prodotti più acquistate online dagli acquirenti svizzeri nel 2016, con una spesa media di 605 franchi svizzeri nel corso dell’anno, circa 564 euro. Tra i settori più cliccati dopo quello della moda, il settore dei trasporti, dei viaggi e delle attività di svago legate al ticketing. Ad emergere è anche il comparto dell’arredamento che, se in passato rappresentava solo una nicchia, nel 2016 ha fatto registrare un aumento del 33% nel numero di acquirenti online.

Mobile, ecommerce cross-border e pagamenti

I dati presentati al convegno mostrano come il processo di digitalizzazione in Svizzera sia ormai completato e maturo: il 95% della popolazione fra i 16 e i 65 anni, 5.3 milioni di persone, naviga regolarmente su internet e il 90% di essi ha effettuato almeno un acquisto online nell’ultimo anno. Nel suo complesso l’ecommerce svizzero ha registrato nel 2016 una crescita del 21% e i 4.7 milioni di shopper che fanno acquisti online hanno speso una somma pari a 11.2 miliardi di CHF (10.4 miliardi di euro), con uno scontrino medio annuale che ammonta a 2.400 franchi svizzeri, più di 2.200 euro.

ecommerce

Di questi, il 75% naviga abitualmente da mobile, che viene sfruttato soprattutto all’interno del punto vendita per attività di info-commerce, come la ricerca di informazioni sui prodotti o la comparazione dei prezzi. Comparazione che il 61% degli online shopper compie abitualmente anche su siti esteri e che comporta numerose operazioni di ecommerce cross-border. Per questo motivo il mercato ecommerce svizzero rappresenta un segmento di grande interesse anche per i retailer e i brand esteri. Il mobile non è invece molto utilizzato per quanto riguarda i pagamenti: gli svizzeri infatti continuano a preferire l’immissione diretta delle coordinate delle loro carte elettroniche (45%) o l’utilizzo di portafogli digitali come PayPal (44%) per i loro acquisti online.

Un mercato che ha raggiunto la stabilizzazione dei processi di digitalizzazione

“L’ecommerce in Svizzera continua la sua corsa e nel 2016 raggiunge quota 11.2 miliardi di CHF, mettendo a segno una crescita del 21%”, ha commentato Alessandro Marrarosa, presidente di NetComm Suisse. “Si tratta di una crescita significativa, e superiore al +13% registrato lo scorso anno, dovuta alla stabilizzazione dei processi di digitalizzazione della popolazione svizzera, alla maggiore maturità raggiunta dal mercato del commercio elettronico elvetico e all’innalzamento del livello di spesa media annuale per acquirente arrivata a 2.400 CHF.”

 

ecommerce
Carlo Terrani

“L’ecommerce elvetico a livello internazionale gode di una positiva reputazione e registra un interesse sempre maggiore da parte degli acquirenti che risiedono all’estero. Il 60% degli online shopper a livello internazionale attribuisce il valore di “alta qualità” ai prodotti svizzeri. In termini di percezione per affidabilità del servizio, la Svizzera si posiziona seconda solo alla Germania. Sono 3.440.000 gli online shopper stranieri che acquistano prodotti in Svizzera, con in testa l’area di Shanghai, seguita da Germania e UK”, ha spiegato Carlo Terreni, direttore generale di NetComm Suisse. “Sono 80 i brand di moda basati in Ticino e che vedono in quest’area geografica le condizioni ideali per lo sviluppo e la gestione del loro business nell’ecommerce. Alla luce dello stabilizzarsi delle aziende in Svizzera si osserva una sempre maggiore ricerca di profili con competenze digitali e per questa ragione, come NetComm Suisse, stiamo varando percorsi di formazione dedicati.”