home Aziende Coca-Cola punta sull’AI per spingere i nuovi distributori smart
coca-cola
0

Coca-Cola punta sull’AI per spingere i nuovi distributori smart

Un’app che collega il tuo smartphone con il distributore di bevande più vicino; un punto di partenza per dare “connessioni emotive a macchine e prodotti”

Il consumo delle soda sta diminuendo; The Coca-Cola Company non sta risentendo di questa tendenza del mercato se non per i suoi prodotti iconici, appunto le bevande gasate. L’obiettivo del gruppo è quindi trovare modi per creare più interesse e attaccamento verso i marchi storici, come la nuova bottiglia di Fanta dalla forma ritorta e i nomi sulle bottiglie con tanto di hashtag #Shareacoke.

La nuova app

Una delle ultime novità del gruppo è un’app che si collega ai distributori automatici in modo smart e ti permette di ordinare la bevanda preferita e trovarla pronta quando ci si arriva davanti. L’applicazione sarà in grado di regolare il proprio tono in base alla posizione del distributore automatico, ponendosi in modo più simpatico e scherzoso se in un college, mentre in un ospedale l’attenzione sarà focalizzata più su utilità e funzionalità. Il nuovo distributore automatico è un modo frizzante per legarsi con chi ha voglia di una soda quando è in giro; in particolare è dedicato ai più esperti di tecnologia, i millennials. La modalità di funzionamento è però ancora ambigua: non è chiaro quanto debba essere vicino l’utente al distributore o quanto sia facile per questo prendere il proprio smartphone, trovare il distributore più vicino, ordinare e pagare – tutto senza che qualcuno che afferri la bevanda prima!

Il marchio si avvale anche di strumenti di proximity marketing di altro genere; in alcuni punti vendita ha sviluppato segnaletica digitale che sfrutta Google Cloud per trasmettere video e e-coupon del marchio. Ma c’è di più. La tecnologia personalizza i messaggi in base ai clienti nelle vicinanze, analizzando i dati sui loro smartphone. Il punto d’arrivo è che il cliente si goda il processo d’acquisto tanto quanto un sorso di Coca-Cola e per fare ciò il gruppo sta costruendo “connessioni emotive a macchine e prodotti” ha affermato Greg Chambers, global digital innovation di Coca-Cola. “Le aziende devono fare tutto il possibile per legarsi e stabilire un rapporto più stretto con i consumatori”.